Ambiti di applicazione dell'ABA
Un’idea  molto diffusa è che l’Analisi Comportamentale Applicata (Applied Behavior Analysis- ABA) sia la “terapia dell’autismo”.
In realtà l’ABA si fonda sui presupposti scientifici del comportamentismo i cui principi possono essere applicati, e lo sono, a svariate aree.

Esiste ormai un generale accordo tra gli Analisti del Comportamento nel ritenere che per quanto riguarda i processi dell’apprendimento non vi siano differenze significative tra gli individui a sviluppo tipico e gli individui che presentano alterazioni cognitive o comportamentali, pertanto le procedure di insegnamento adottate dall’ABA promuovono l’apprendimento di abilità socialmente significative in qualunque persona.

Dati i grandi risultati ottenuti nell’ambito della disabilità in generale e nell’autismo in particolare vengono ampiamente adottate in tali casi, ma l’ABA, ci teniamo a ribadirlo, non è sinonimo di autismo.
Gli ambiti di applicazione sono diversi: nell’ambito dell’ergonomia, delle organizzazioni, della psicologia clinica, nell’età evolutiva (sia per l’educazione “normale” che per quella speciale).

Lo schema qui sotto riportato rende bene l’idea di quanto diffusi siano gli ambiti di applicazione dell’ABA (clicca sull'immagine per ingrandirla).


schema ba